• Nicole

Test da sforzo di pazienti con encefalomielite mialgica/S. da stanchezza cronica (ME/CFS)

BACKGROUND:

L' Encefalomielite mialgica/sindrome da stanchezza cronica (ME/CFS) colpisce decine di milioni di persone in tutto il mondo; le cause dell'intolleranza allo sforzo sono poco conosciute.

L'etichetta ME/CFS si sovrappone alla tachicardia ortostatica posturale (POTS) e alla fibromialgia e l'evidenza obiettiva di neuropatia delle piccole fibre (SFN in inglese, NPF in italiano) è riportata in circa il 50% dei pazienti con POTS e fibromialgia.


DOMANDA DI RICERCA:

il test da sforzo cardiopolmonare invasivo (iCPET) e le biopsie cutanee della parte inferiore della gamba immunomarcate con PGP9.5 possono informare la fisiopatologia dell'intolleranza da sforzo ME/CFS e le potenziali relazioni con SFN?


DISEGNO E METODI DI STUDIO:

Abbiamo analizzato 1.516 iCPET invasivi verticali eseguiti per studiare l'intolleranza allo sforzo. Dopo aver escluso i pazienti con malattie cardiache o polmonari intrinseche e aver selezionato quelli con pressione atriale destra (RAP) <6,5 mmHg, i risultati di 160 pazienti che soddisfacevano i criteri ME/CFS che avevano i risultati del test della biopsia cutanea sono stati confrontati con 36 soggetti di controllo.

Le variazioni del picco di riposo nella gittata cardiaca (Qc) sono state confrontate con l'assorbimento di ossigeno (pendenza Qc/VO2) per identificare i partecipanti con flusso sanguigno polmonare basso, normale o alto da parte dei terzili Qc/VO2.


RISULTATI:

Durante l'esercizio, i 160 pazienti ME/CFS avevano una media di RAP inferiore (1,9 2 vs 8,3 1,5; P < .0001) e VO2 di picco (80% 21% vs 101,4% 17%; P < .0001) rispetto a soggetti di controllo. Il terzile a basso flusso aveva un picco Qc inferiore rispetto ai terzili normali e ad alto flusso (88,4%

19% vs 99,5% 23,8% vs 99,9% 19,5% previsto; P < .01). Al contrario, l'estrazione sistemica di ossigeno era compromessa nei partecipanti ad alto flusso rispetto a basso e normale (0,74% 0,1% vs 0,88 0,11 vs 0,86 0,1; P < 0,0001) in associazione con lo shunt periferico da sinistra a destra .

Tra le 160 biopsie di pazienti ME/CFS, il 31% era coerente con SFN (innervazione epidermica #5,0% del previsto; P <.0001). La gravità della denervazione non era correlata alle misure di sforzo.


INTERPRETAZIONE:

Questi risultati identificano due tipi di disregolazione neurovascolare periferica che contribuiscono biologicamente plausibili all'intolleranza da sforzo ME/CFS:

Qc depresso da alterato ritorno venoso e alterata estrazione di ossigeno periferico. Nei pazienti con patologia delle piccole fibre, la disregolazione neuropatica che causa la dilatazione microvascolare può limitare lo sforzo deviando il sangue ossigenato dai letti capillari e riducendo il ritorno cardiaco.


Fonte Aticolo: https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/33577778/

187 visualizzazioni0 commenti