• Nicole

Perchè la mia biopsia è negativa?

Ho eseguito la biopsia convinto di avere NPF. Perchè è risultata negativa?

Molti utenti ci chiedono spesso come mai la loro biopsia neurologica di cute risulti negativa,nonostante fossero convinti di avere la neuropatia delle piccole fibre.

Si potrebbe pensare che il motivo sia soltanto uno, il più ovvio: non ho la NPF.

In realtà ci sono altre variabili possibili.

Vediamole, cercando di spiegare nella maniera piu' semplice possibile.


  • Il campione è stato analizzato male.

È sicuramente un evento molto raro,ma come si dice: "errare è umano".

Sicuramente è più probable che ciò avvenga se si esegue un unico prelievo, piuttosto che prelievi multipli. In alcuni ospedali,infatti,si eseguono 2 prelievi alla caviglia,due alla coscia e addirittura ad un polpastrello delle dita delle mani...

...questo ci porta al 2° motivo,per cui una biopsia può risultare negativa:

  • E' stato eseguito un unico prelievo,in un'unica sede.


La neuropatia delle piccole fibre,come molte polineuropatie,in tanti pazienti parte dai piedi. Questo significa che i primi sintomi si percepiscono a livello distale (i piedi appunto), ma ci sono anche casi in cui il paziente ha degenerazione prossimale,cioè verso la coscia e il tronco...e non ai piedi e caviglie. Se si esegue una biopsia dove l'unico prelievo è nella zona del malleolo, questi pazienti risulteranno negativi,anche se in realtà hanno il tipo di npf che viene definito “non lunghezza dipendente”.

  • La biopsia è correttamente negativa,ma ho una PRE-NPF


Cosa significa?

La biopsia riesce a vedere la densità delle fibre della pelle ed eventuali anomalie morfologiche della fibra nervosa stessa (se è degenerata o meno).

L'esame però non è in grado di vedere se le fibre nervose “lavorano male”.

Alcuni pazienti hanno sintomi tipici della npf, perchè le loro fibre hanno anomalie nella trasmissione o sono ipereccitabili Non hanno però una degenerazione visibile al microscopio.

Quindi la biopsia in questo caso non evidenzierà nulla.

In alcuni di questi pazienti, una seconda biopsia eseguita a distanza di qualche mese/anno , si trasformerà in positiva,perchè le fibre malfunzionanti degenerano fino ad arrivare alla npf vera e propria.

Altri continueranno ad essere negativi.

  • La biopsia è correttamente negativa e le mie fibre nervose non sono in sofferenza.

L'ultimo e sicuramente il più frequente.

Semplicemente si può escludere una NPF e i sintomi sono imputabili ad altro, come problematiche del sistema nervoso centrale,o altre patologie non neurologiche.


A cura dello staff di NPF e POTS Italia

61 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti