• Nicole

Perchè è importante la diagnosi di Neuropatia delle piccole Fibre?

Aggiornamento: 3 apr

“A che serve la diagnosi? Tanto non cambia nulla”
“Non ci sono cure”
“Non serve a niente”
“La NPF ha gli stessi sintomi della fibromialgia,per la quale assumo già farmaci. Non mi serve la diagnosi”

Queste le frasi che ci sentiamo dire tutti i giorni, da nuovi membri o da persone "che passano" per la nostra pagina FB. Esiste già un nostro video di spiegazioni riguardante questa tematica, ma per completezza ho deciso di scrivere anche questo articolo.


Ecco i motivi per i quali la diagnosi di NPF è importante:


  • Non esiste Diagnosi certa di NPF senza biopsia.

Tutti gli altri esami (potenziali evocati,microscopia corneale,diagnosi clinica) non danno certezza e info sulla sua gravità/tipologia. Gli unici casi in cui ad alcuni medici capita di fare diagnosi clinica sono quelli in cui i pazienti hanno diabete di lunga data,con sintomatologia palese sia somatica che autonomica (il diabete è la causa più frequente di NPF)

...ma anche in questi casi senza la biopsia non si possono avere tutte le informazioni.



  • _E' un attestato che nessuno può mettere in discussione.

La biopsia neurologica di cute è un esame strumentale oggettivo,che dà un referto incontestabile,a differenza di una diagnosi clinica come quella di fibromialgia.



  • _Puo' servire per invalidità.

Pur non essendo ancora riconosciuta come patologia classificata,e quindi sprovvista di codice e non presente nelle tabelle, con il referto e l'attestazione delle varie problematiche portate dalla NPF, facendo domanda,la commissione valuterà le difficoltà quotidiane e darà un punteggio.



  • _ La biopsia vede il livello di degenerazione delle fibre nervose, la densità di innervazione epidermica e le anomalie morfologiche delle fibre,che possono essere lievi o gravi.

Sintomi e gravità di degenerazione non vanno sempre di pari passo:possono esserci sintomi forti e degenerazione lieve.

Verificare con certezza il livello di degenerazione è importante.

Capire se la NPF è lunghezza dipendente o meno,può essere utile per orientarsi nel ricercare la causa scatenante:alcune malattie infatti causano una NPF non lunghezza dipendente.


  • _La biopsia vede anche le fibre autonomiche e determina se c'è degenerazione, con conseguente disautonomia.

Questo permette di correre ai ripari,con attestazione di problema del sistema nervoso autonomo (intolleranza farmaci,anestesie, incapacità di stare in ortostatismo ecc).


  • _La biopsia può essere ripetuta per monitorare la degenerazione/rigenerazione

permettendo quindi anche di vedere se la terapia funziona. Il neurologo competente segue nel tempo l'evolversi della malattia tramite i controlli.

  • _la biopsia si esegue tramite SSN,dunque il costo viene rimborsato.

  • _L'affermazione secondo cui non esistono cure è inesatta.

Non esiste un farmaco miracoloso,che permette la rigenerazione delle fibre nervose istantaneamente, ma a seconda del caso si può migliorare o addirittura azzerare i sintomi e avere una rigenerazione nel tempo.

Tutto dipende dalla propria causa scatenante: alcune sono totalmente curabili, altre si possono tenere a bada,per altre ancora non ci si può fare nulla.

Anche nella peggiore delle ipotesi,si possono comunque utilizzare le numerose sostanze neurotrofiche esistenti, che vanno in aiuto alle fibre nervose.



  • _La soddisfazione personale.

Avere una diagnosi oggettiva e indiscutibile,permette di evitare etichette di “ipocondriaco” “malato mentale” “simulatore” ecc. e permette di fare finalmente chiarezza riguardo problemi di cui prima non si conosceva l'origine.



_Cosa vede con precisione la biopsia? https://www.neuropatiadellepiccolefibre.net/post/la-biopsia-neurologica-di-cute-cosa-vede-con-precisione

_Video che mostra lo svolgimento del prelievo: https://www.youtube.com/watch?v=Nr-2vnEQokY

_i 100 sintomi della NPF: https://youtu.be/8rNj66esfT8


A cura DI Nicole M.


448 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti