• Nicole

Nuovo codice 𝐈𝐂𝐃-𝟏𝟎 univoco per POTS

Dysautonomia International ha ottenuto per la prima volta un codice 𝐈𝐂𝐃-𝟏𝟎 univoco per POTS negli Stati Uniti. I medici statunitensi possono iniziare a utilizzare il nuovo codice 𝐏𝐎𝐓𝐒 𝐆𝟗𝟎.𝐀, a partire dal 1 ottobre 2022.

La Classificazione Internazionale delle Malattie (ICD) è una terminologia concordata per le condizioni mediche creata dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, una branca delle Nazioni Unite. Ciascun paese può scegliere di adottare l'ICD e apportare alcune modifiche alla terminologia da utilizzare. L'ICD-10 è la versione attuale e la decima revisione dell'ICD sin dal suo inizio nel 1909.

I pazienti POTS storicamente non avevano il proprio codice ICD-10 univoco. Era elencato come sinonimo in I49.8 "Altre aritmie cardiache specificate" insieme a numerose altre condizioni mediche come la sindrome di Brugada, la tachicardia atrioventricolare rientrante, il disturbo del ritmo ectopico e altre aritmie. La POTS, tuttavia, non è considerata un'aritmia. La tachicardia (battito cardiaco accelerato) osservata nei POTS è un normale ritmo sinusale. Il fatto che i POTS siano raggruppati insieme a così tante altre condizioni mediche hanno reso impossibile l'epidemiologia, l'utilizzo dell'assistenza sanitaria e altre ricerche su cartelle cliniche elettroniche.

Questo è il motivo per cui Dysautonomia International ha deciso di ottenere il proprio codice diagnostico nell'ICD alcuni anni fa. Il dottor Jeffrey Boris, membro del comitato consultivo medico internazionale di Dysautonomia, ha guidato la carica, insieme al presidente di Dysautonomia International Lauren Stiles.




In primo luogo, hanno ottenuto un nuovo codice ICD-11 dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, che puoi leggere qui. L'ICD-11 non è ancora implementato, ma è stato adottato da tutti i paesi membri dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e l'attuazione dovrebbe avvenire nei prossimi anni. Negli Stati Uniti, l'implementazione dell'ICD-11 potrebbe iniziare nel periodo 2025-2027, se siamo fortunati.

Mentre attendiamo l'implementazione dell'ICD-11, abbiamo perseguito una modifica del codice ICD-10 negli Stati Uniti, il paese con il maggior numero di centri di ricerca POTS e clinici consapevoli di POTS. Il dottor Boris e Lauren si sono presentati davanti a un comitato del Center for Disease Control degli Stati Uniti l'anno scorso e il comitato ha appena emesso la decisione di approvare un codice ICD-10 univoco per POTS al G90.A. Questo pone la POTS nella sezione ICD-10 con altri disturbi del sistema nervoso autonomo, dove dovrebbe essere sempre stata. Questo nuovo codice ICD-10 entrerà in vigore negli Stati Uniti a partire dal 1 ottobre 2022.

L'implementazione di un codice ICD-10 univoco per POTS negli Stati Uniti faciliterà una migliore ricerca che studia l'epidemiologia dei POTS, l'evoluzione della malattia nel tempo, l'uso delle risorse sanitarie, le determinazioni della disabilità e molto altro.

Stiamo discutendo con esperti POTS in altri paesi per determinare se è fattibile perseguire i cambiamenti dell'ICD-10 in altri paesi in questo momento, poiché ogni paese ha il proprio lungo processo legale per modificare il sistema di codifica. Stiamo anche rivedendo l'ICD-10 e l'ICD-11 proposto con il nostro comitato consultivo medico per determinare se ci sono altri disturbi del sistema autonomo a cui mancano codici ICD univoci. Se ne mancano alcuni che soddisfino i criteri per un codice univoco, perseguiremo codici ICD univoci anche per quelle diagnosi. Per fortuna, la maggior parte dei disturbi autonomici ha già codici ICD univoci.

8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti